Pubblicati da alessandro.patrucco

MOTOTURISMO

Nel DNA del Moto Club Roma è impresso indelebilmente quello del mototurismo, nella duplice accezione della partecipazione ai motoraduni e dei viaggi in moto. La sede del Club trabocca dei trofei che nel corso degli anni sono stati conquistati vincendo le classifiche delle varie categorie dei motoraduni di tutta Italia. Era la fine il 1978 […]

Riflessioni per un “centenario”

“Alcune cose saranno sempre più forti del tempo e della distanza, più profonde del linguaggio e delle abitudini: seguire i propri sogno è imparare a essere se stessi, condividendo con gli altri la magia di quella scoperta.” Sergio Bambarèn Sono iscritto al Moto Club Roma da poco più di un anno e provo grande soddisfazione […]

VERI UOMINI

Avete presente quel bellissimo film di Wolfang Petrsen, intitolato “U.BOOT 96” (titolo originale Daas Boot) del 1981. Racconta di un sommergibile tedesco che, durante la seconda guerra mondiale, viene colpito da una nave nemica e, in avaria, si adagia sul fondo del mare. L’equipaggio non si perde d’animo e, con i pochi mezzi a disposizione, […]

I 100 ANNI DEL MOTO CLUB ROMA

Il Moto Club Roma ha tagliato il fatidico traguardo dei 100 anni. Un secolo di storia ricco di successi e di soddisfazioni, che l’ha visto protagonista nell’organizzazione  di importanti manifestazioni e nella crescita di tanti campioni  che hanno dato lustro al motociclismo nazionale e mondiale. Molti ricordi  mi legano al Moto Club Roma e non […]

Lettera di Giancarlo BABUSCI

Sono stato fiero di essere stato Presidente del Moto Club Roma per 17 anni, fino al 2010. In questi anni, così come negli anni precedenti, ho fatto di tutto per mantenere alto il nome del Moto Club Roma, anche grazie ai tanti amici che con me si sono adoperati per organizzare attività degne di questo […]

GRANDI VIAGGI

Non mi è mai piaciuto guidare di notte, nemmeno in autostrada, figuriamoci su queste strade, ma la burocrazia ci ha fatto ritardare la partenza. La fievole luce dei fari delle nostre enduro non è sufficiente a fendere il buio pesto e, quindi, viaggiamo appaiati sulla strada sterrata in assoluta solitudine. Sono ore che non vediamo […]